CONDIZIONI GENERALI CLIENTI

1. PREMESSA

1.1- I termini e condizioni che seguono regolano il rapporto contrattuale che si instaurerà tra LINCO e la CLIENTE in ragione dell’attività di messa in relazione che la prima curerà ed attuerà tra la seconda e uno o più terzi consulenti indipendenti (indi il CONSULENTE o i CONSULENTI).

1.2 LINCO ha selezionato e sviluppato relazioni con CONSULENTI di provata capacità ed esperienza nei rispettivi campi di impiego. Il CLIENTE intende fruire dei servizi resi dai CONSULENTI.

1.3 LINCO è titolare e gestisce una piattaforma telematica che agevola il reperimento, la presentazione e la messa in relazione tra il CLIENTE e i CONSULENTI, che siano stati preventivamente accreditati da LINCO, per promuovere servizi di consulenza a breve e lungo termine.

1.4 L’attività prestata da LINCO viene remunerata con il riconoscimento in suo favore di una commissione forfettaria del 20% oltre IVA di legge (COMMISIONE LINCO), computata sul corrispettivo complessivo imponibile di ciascun servizio, che verrà direttamente negoziato tra CLIENTE e CONSULENTE.

1.5 LINCO curerà la trasmissione al CLIENTE di una nota riepilogativa dei corrispettivi dovuti al CONSULENTE e della commissione dovuta a LINCO. Il CLIENTE provvederà al pagamento secondo quanto indicato nella nota riepilogativa.

1.6 Le PARTI dichiarano e riconoscono la natura strettamente riservata del presente accordo, così come dell’accordo che sarà stipulato tra CLIENTE e CONSULENTE.

1.7 CLIENTE e CONSULENTE saranno direttamente responsabili, l’uno nei confronti dell’altro, della negoziazione, disciplina e sottoscrizione del contratto di consulenza, esonerando sin da ora LINCO da qualsivoglia responsabilità diretta o indiretta al riguardo.

2. INFORMAZIONI FORNITE DAL CLIENTE

Per ciascun progetto, incarico, compito (la COMMESSA), il CLIENTE dovrà fornire a LINCO e, tramite essa, al CONSULENTE i seguenti elementi, quanto più dettagliati:

    • la data in cui il CLIENTE intende avviare la COMMESSA e la sua probabile durata;
    • la natura e l’oggetto specifico della COMMESSA che il CLIENTE intende conferire al CONSULENTE (fermo restando in capo a quest’ultimo l’esclusiva responsabilità per l’effettivo svolgimento e il raggiungimento degli obiettivi fissati), il budgetmesso a disposizione, il luogo in cui il CONSULENTE presterà la propria attività.
    • l’esperienza, la formazione, le qualifiche, i risultati d’avanzamento e qualsiasi autorizzazione ritenuta necessaria dal CLIENTE, o richiesta dalla legge o da qualsiasi ente competente, che il CONSULENTE è tenuto a possedere per eseguire e completare la COMMESSA;
    • eventuali spese dovute da o al CONSULENTE;

3. PRESENTAZIONE e REMUNERAZIONE DEI CONSULENTI INDIPENDENTI

3.1 LINCO presenterà al CLIENTE uno più CONSULENTI indipendenti che soddisfino i requisiti di COMMESSA per come resi noti dal CLIENTE in conformità a quanto previsto all’art. 2.

3.2- Il corrispettivo dovuto per l’attività prestata dal CONSULENTE potrà essere disciplinato in misura fissa (importo a forfait per l’integrale esecuzione della COMMESSA, indipendentemente dalle ore/giorni/settimane/mesi lavoro) oppure in ragione delle ore/giorni/settimane/mesi di impiego, secondo quanto sarà direttamente concordato da CLIENTE e CONSULENTE. Il corrispettivo sarà dovuto per ciascuna distinta COMMESSA e i termini e condizioni di pagamento saranno negoziati tra CLIENTE e CONSULENTE, con la mediazione di LINCO. LINCO provvederà ad esporre al CLIENTE i corrispettivi maturati, secondo quanto espressamente disciplinato al successivo articolo 5.

3.3 LINCO metterà a disposizione di CLIENTE e CONSULENTE un’area riservata della propria piattaforma web per curare la rendicontazione, su base settimanale o mensile, dell’attività espletata. Il CLIENTE potrà contestare le risultanze entro il termine di sette giorni (in caso di rendicontazione settimanale) o quindici giorni (in caso di rendicontazione mensile) decorrenti dalla data di pubblicazione del rendiconto; in caso di mancata formulazione di contestazioni entro i predetti termini, il rendiconto si considererà approvato implicitamente, ad ogni effetto.

3.5 Il CLIENTE si obbliga a cooperare in buona fede con LINCO e il CONSULENTE per risolvere eventuali vertenze, quale che sia la loro natura.

4. PAGAMENTI

4.1 La COMMISSIONE LINCO sarà:

  • a carico del CLIENTE in aggiunta al compenso dovuto al CONSULENTE;
  • pari al 20%oltre i.v.a. del compenso totale imponibile dovuto al CONSULENTE per ciascuna COMMESSA, con un minimo di € 200,00 oltre i.v.a. di legge

4.2 Il CLIENTE pagherà al CONSULENTE il corrispettivo dovuto, ivi comprese le spese (che saranno esposte nei termini direttamente concordati tra CLIENTE e CONSULENTE), e verserà a LINCO  la COMMISSIONE LINCO (come definita in premessa), secondo quanto indicato nella nota riepilogativa che la medesima LINCO provvederà a trasmettere.

4.3 LINCO invierà nota di riepilogo dei corrispettivi dovuti, alle cadenze temporali stabiliti tra le Parti.

4.4 In caso di risoluzione anticipata (quale che sia la ragione che l’abbia determinata) del presente contratto o del contratto tra CLIENTE e CONSULENTE, il CLIENTE resterà tenuto a corrispondere la COMMISSIONE LINCO sull’importo complessivo della COMMESSA.

5. ASSUNZIONE DI CONSULENTI INDIPENDENTI E PRESENTAZIONE DEI CONSULENTI A SOGGETTI TERZI; DIVIETO DI INSTAURARE COLLABORAZIONI CON CONSULENTI PRESENTATI DA LINCO – PENALI

5.1 Se, in seguito alla presentazione del CONSULENTE da parte di LINCO, il CLIENTE proceda all’assunzione – in qualsivoglia forma convenuta – del medesimo CONSULENTE nel termine di dodici mesi dalla data di presentazione o, se successivo, dalla data di conclusione della COMMESSA, il CLIENTE medesimo sarà tenuto a corrispondere a LINCO, a titolo di penale, un’ulteriore COMMISSIONE pari al 18% della remunerazione lorda riferita al primo anno di assunzione, comprensiva degli elementi variabili della retribuzione (bonus comunque denominati, premi, straordinari). La COMMISSIONE sarà dovuta anche nell’ipotesi in cui l’assunzione fosse effettuata da società controllata, partecipata o comunque legata al CLIENTE in ragione di governance o assetto societario anche solo parzialmente comuni.

5.2 Tutte le presentazioni sono strettamente confidenziali e personali per il CLIENTE. Qualsiasi relazione commerciale instaurata dal CLIENTE con una terza parte che comporti il ​​coinvolgimento, in qualsivoglia forma espletato, dell’attività del CONSULENTE – entro dodici mesi dalla data della presentazione o, se successivo, dalla data di completamento di una COMMESSA – implicherà per il CLIENTE l’obbligo del pagamento a LINCO della COMMISSIONE LINCO (ai sensi dell’art. 4 che precede) computata sul corrispettivo riconosciuto dalla terza parte per l’attività prestata dal CONSULENTE, sia esso versato al CONSULENTE oppure al CLIENTE.

5.3 Fermo quanto previsto all’art. 5.1., è altresì fatto divieto al CLIENTE di conferire incarichi libero professionali a CONSULENTI che siano stati presentati da LINCO (a termini del presente contratto) per un periodo di dodici mesi decorrente dalla data della presentazione o, se successivo, dalla data di conclusione della COMMESSA. In caso di violazione del presente divieto, il CLIENTE medesimo sarà tenuto a corrispondere a LINCO, a titolo di penale, un importo pari al doppio del corrispettivo pattuito tra CONSULENTE e CLIENTE per la COMMESSA elusiva.

6. RISERVATEZZA

6.1 Le PARTI si impegnano reciprocamente a non divulgare, in qualsiasi momento durante il periodo di validità del presente accordo, e per un periodo di due anni dopo la sua risoluzione (quale che ne sia stata la ragione determinante), le informazioni riservate relativa agli affari, clienti, fornitori dell’altra PARTE o di qualsiasi membro del gruppo di società a cui appartiene l’altra PARTE. Resta fermo il diritto di poter impiegare tali informazioni ove necessario per l’adempimento degli obblighi discendenti dal presente accordo.

6.2 Il CLIENTE acconsente e autorizza LINCO ad utilizzare il nome e il logo del CLIENTE a scopi promozionali della propria attività.

6.3  LINCO può mettere a disposizione dei CONSULENTI valutazioni delle condotte dei CLIENTI rese da parte dei CONSULENTI precedenti; non è tenuto a rivedere o verificare l’accuratezza di tali valutazioni.

7. DURATA

7.1 Il presente accordo avrà efficacia a partire dalla data di sottoscrizione riportata in calce e sino all’esaurirsi delle incombenze e adempimenti prescritti in relazione alla COMMESSA che verrà ad essere conferita.

7.2- Restano invece efficaci le disposizioni che, per loro natura o per espressa previsione contrattuale, siano destinata ad avere effetto anche successivamente all’evasione della commessa.

8. COMUNICAZIONI A TERZI

8.1  Nessuna delle PARTI deve fare o consentire a qualsiasi persona di fare qualsivoglia comunicazione pubblica relativa al presente accordo senza il previo consenso scritto dell’altra PARTE, fatto salvo che ciò sia dovuto in dipendenza di previsione normativa; viene fatto salvo quanto previsto all’art. 6.2.

9. PROTEZIONE DATI PERSONALI

9.1 Con riferimento al trattamento dei dati personali del CLIENTE da parte di LINCO per finalità contrattuali e promozionali, LINCO è TITOLARE del trattamento, in conformità a quanto riportato nell’informativa rilasciata alla sottoscrizione del presente contratto, il cui contenuto si intende qui integralmente riportato e che il CLIENTE dichiara di aver ricevuto.

10. GARANZIE

10.1 Ciascuna PARTE garantisce di avere piena capacità giuridica e d’agire e i legali rappresentanti firmatari del presente accordo garantiscono di avere la piena autorità per stipulare ed eseguire questo accordo.

10.2 Il CLIENTE garantisce e dichiara che tutte le informazioni fornite a LINCO o al CONSULENTE in relazione al presente accordo sono vere, accurate e complete.

11. DICHIARAZIONI SULLA NATURA DEL CONTRATTO

11.1 Nessuna disposizione del presente accordo è intesa a stabilire o costituire una partnership o una joint venture tra le PARTI, a costituire una delle PARTI quale agente di un’altra PARTE o autorizzare le PARTI a prendere o assumere impegni per o per conto di qualsiasi altra PARTE.

11.2 Ciascuna PARTE conferma di agire per proprio conto e non a beneficio di soggetti terzi.

11.3 Questo accordo costituisce l’intera disciplina delle intese strette tra le PARTI e sostituisce ed estingue tutti i precedenti accordi, promesse, assicurazioni, garanzie, dichiarazioni e intese tra loro, scritte o orali, relative all’oggetto.

12. LIMITAZIONE DI RESPONSABILITA’

12.1 LINCO non sarà responsabile nei confronti del CLIENTE, né a titolo contrattuale, né extracontrattuale, in relazione ai CONSULENTI e all’attività da essi prestata, ivi comprese eventuali omissioni; in particolare LINCO, a qualsivoglia titolo, non sarà responsabile:

  • perdita di profitti;
  • perdita di vendite o affari;
  • perdita di accordi o contratti;
  • perdita di risparmi previsti;
  • perdita o danneggiamento dell’avviamento;
  • qualsiasi perdita indiretta o consequenziale, ivi compresa perdita di chance.

12.2 In ogni caso, in relazione agli eventuali danni ascrivibili a diretta attività di LINCO (e dunque all’opera di intermediazione di servizi), la relativa responsabilità viene convenzionalmente limitata ad un importo onnicomprensivo lordo pari alla COMMISSIONE LINCO dovuta in relazione alla COMMESSA interessata.

13. LEGGE APPLICABILE, GIURISDIZIONE E FORO COMPETENTE

13.1 Il presente accordo è regolato dalla Legge italiana.

13.2 La competenza giurisdizionale a conoscere delle controversie relative al presente accordo, alla fase ad esso prodromica, all’esecuzione, risoluzione e comunque da esso nascenti, viene convenzionalmente attribuita in via esclusiva all’Autorità giudiziaria italiana, individuando il Tribunale di Milano quale foro parimenti esclusivo.

14. ELEZIONE DI DOMICILIO – COMUNICAZIONI

18.1 Le PARTI eleggono domicilio presso le rispettive sedi legali, riconoscendo sin d’ora piena validità alle comunicazioni scambiate a mezzo p.e.c., anche ove i documenti non fossero sottoscritti digitalmente.